13
Feb

Coltivare il Sedano

Coltiva le piantine nel tuo orto due settimane prima dell’ultima gelata di primavera. Assicurati che non ci sia troppo freddo all’aperto. Il sedano sopporta leggere gelate, tuttavia temperature sotto i 13°C di giorno e 4,5°C di notte per più di una settimana possono danneggiare le piante.

Sistema le piantine a distanza di 15 – 30 cm l’una dall’altra in file distanti 45 – 90 cm. Hai solo bisogno di fare buchi un po’ più profondi delle celle in cui si trovano le piantine. Picchietta sui lati delle celle per liberare le piantine senza danneggiare le radici.
Sistema le piantine nel terreno e copri con terra. Copri fino al livello delle prime foglie e compatta leggermente l’area intorno alle piantine aiutandoti con le mani.

Innaffia bene il terreno.
Il sedano richiede umidità costante, per cui non fare inaridire mai il terreno. Se il sedano non riceve abbastanza acqua, i gambi diventeranno legnosi e amari. Assicurati di innaffiare diverse volte in una settimana e aumenta le innaffiature durante lunghi periodi secchi e caldi.
Per mantenere il terreno fresco e umido, aggiungi al terreno circa cinque cm di pacciamatura fatta di foglie, erba, fieno o altri materiali delle piante.In questo modo si riduce la possibilità di erbe infestanti.


Prendersi cura delle Piante di Sedano

Concima ogni 2 – 4 settimane.
Le piante di sedano sono grandi divoratrici che richiedono un terreno ricco da concimare spesso. Per soddisfare le piante di sedano, concima con fertilizzante all’azoto ogni due settimane da quando hai piantato fino al raccolto.

Innaffia con regolarità. 
La cosa più importante nel prendersi cura delle piante del sedano è assicurarsi che siano sempre ben idratate. Se non ricevono acqua a sufficienza, le piante di sedano diventano legnose e amare.

Sbianca il sedano da 7 a 10 giorni prima di raccogliere.
La sbiancatura consiste nel proteggere i gambi dal sole per dare un sapore più blando. Copri i gambi con del giornale, un cartone da latte con la parte superiore e il fondo rimossi, o qualunque altro genere di carta o di cartone. Puoi usare dello spago per legare i gambi e impedire che si sviluppino in modo incontrollato.
* La sbiancatura non è richiesta, di certo modifica il gusto e il colore del sedano. Inoltre, il sedano sbiancato ha meno nutrienti. Molti preferiscono il gusto più dolce del sedano sbiancato.
* Stai attento perché alcune varietà “si sbiancano da sole” e non hanno bisogno di sbiancatura.

Raccogli i gambi, le foglie, e/o le radici.

Puoi iniziare a raccogliere i gambi quando raggiungono venti cm di altezza. Inizia la raccolta dai gambi esterni e procedi verso l’interno. Questo consente di far continuare a maturare i gambi più interni.
* Una volta maturo, il sedano non raccolto si mantiene per quasi un mese a patto che la temperatura del terreno si mantenga tra 15,5 e 24°C.
* Il sedano più cresce e diventa scuro, più sarà ricco di antiossidanti e di sostanze nutritive. Comunque, diventa anche più duro e legnoso.


Consigli
* Se vuoi raccogliere solo alcuni gambi di sedano per usarli, fai attenzione a non danneggiare la pianta perché potrebbe ammalarsi.
* Conserva il sedano in buste di plastica nel frigorifero fino a due settimane.
* Le cime con foglie del sedano sono edibili.

Avvertenze
* L’insufficienza d’acqua causa malattie; questo succede soprattutto quando il sedano non ha abbastanza acqua e non assorbe calcio.
* Gli infestanti comprendono afidi, tripidi e limacce. Le micosi e i funghi delle foglie possono essere un problema; usa un fungicida.